PIETRASANTA. La nicchia culinaria di Cenatown si arricchisce, ciclicamente, di nuove proposte gastronomiche. Nei giorni scorsi ha aperto l’Osteria Barsanti 54, ristorante pensato e gestito dal…

image
PIETRASANTA. La nicchia culinaria di Cenatown si arricchisce, ciclicamente, di nuove proposte gastronomiche. Nei giorni scorsi ha aperto l’Osteria Barsanti 54, ristorante pensato e gestito dal pratese Mirko le Pira, profondo conoscitore della realtà pietrasantina, che là dove era protagonista l’ex Giudea – ristorante che in passato ha fatto la storia della città – ha deciso di lanciare la propria idea di pietanze e menù. «Ho lavorato, negli ultimi anni, come cuoco, in alcuni ristoranti di Pietrasanta e Lido, così come nelle cucine di importanti ville versiliesi: l’Osteria Barsanti 54 non è e non vuole essere una scommessa, ma un punto di partenza per valorizzare tutta una serie di piatti e sapori che penso si possano ben integrare sulla piazza pietrasantina – spiega le Pira supportato dallo chef Alessandro Sisi – i primi riscontri? Dobbiamo considerare che siamo in un periodo critico della stagione commerciale, ma le risposte della clientela sono interessanti. La nostra è una cucina che spazia fra le varie culture gastronomiche italiane, valorizzando quello che c’è di buono, ovunque, il tutto accompagnato da etichette di vini di qualità. I canoni di affitto a Pietrasanta? Nel nostro caso, sia pure con le dovute proporzioni, sono accettabili».(l.b.)